La Valletta

La città più impressionante di Malta è senza dubbio La Valletta: nei suoi 55 ettari di estensione, la località maltese Patrimonio dell'Umanità riunisce più di 300 monumenti da visitare.

La Valletta è la capitale di Malta, nonché il centro economico e amministrativo del paese. Si tratta di un importante centro culturale e turistico ricco di storia, che riunisce più di 300 monumenti distribuiti su 55 ettari di estensione.

L'architettura della città è essenzialmente barocca e uno dei marchi identitari di La Valletta sono i suoi curiosi balconi colorati, che spiccano sule facciate degli edifici.

La capitale maltese fu attentamente pianificata e costruita dai Cavalieri di San Giovanni, l'ordine più antico del mondo.

Percorrendo le strade de La Valletta, è inevitabile notare il forte carattere cattolico dei maltesi. La capitale, infatti, ha 25 chiese e numerose sculture di santi e vergini poste agli angoli delle strade principali. 

Oggi, la Valletta è una tappa imprescindibile per le crociere che solcano il mediterraneo. Il porto ha vari piani caricatori e un terminal crociere che nel 2018 ha ricevuto più di 340 navi colme di turisti. Nello stesso anno, La Valletta fu nominata Capitale Europea della Cultura

Per queste ragioni, La Valetta è una delle migliori zone per cercare alloggio a Malta

Storia

La storia di La Valletta risale alla metà del XVI secolo, quando il gran maestro dell'Ordine dei Cavalieri di Malta, Jean Parisot de La Valette, immaginò una grande città fortificata per difendere l'isola dagli attacchi esterni.  

Quando Carlo V cedette Malta ai Cavalieri dell'Ordine, questi ultimi si stabilirono in una delle Tre Città, Vittoriosa, da cui pianificarono la costruzione della grande città. Successivamente al Grande Assedio di Malta, La Valletta cominciò ad essere costruita accanto al porto Grand Harbour, nel 1556. Solo 15 anni dopo, vennero terminati i suoi bastioni, il Forte di Sant'Elmo e la Concattedrale di San Giovanni.  

La nuova località crebbe di importanza rapidamente, e persone da ogni parte dell'isola si trasferirono qui in cerca di protezione. Così, La Valletta divenne la capitale di Malta nel 1570.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, le forze tedesche e italiane bombardarono la città e distrussero gran parte del suo centro storico. La capitale fu ricostruita negli anni seguenti e si riprese completamente, diventando l'importante nucleo turistico e culturale che è oggi.

Nel 2016, La Valletta ha celebrato il 450° anniversario della sua fondazione.

Cosa fare a La Valletta

La Valletta è una visita imprescindibile di Malta e, pertanto, vi consigliamo di dedicarle almeno una giornata. La capitale maltese riunisce molte attrazioni turistiche, alcune delle quali molto importanti, come il Museo Nazionale di Archeologia o il Palazzo del Gran Maestro.

Il forte carattere militare e difensivo di La Valletta, ha lasciato la sua traccia anche nell'architettura della città. Il  Forte di Sant'Elmo è l'esempio più rappresentativo dell'importanza di La Valletta nella storia di Malta. Inoltre, ogni giorno dalle 12:00 alle 16:00, i cannoni della muraglia sparano in modo simbolico per rendere omaggio ai difensori della città.  

La capitale maltese è anche lo scenario perfetto per seguire le orme dei Cavalieri dell'Ordine di Malta, che qui posero molte risorse difensive ed esercitarono il proprio lavoro ospitaliere. Oggi è possibile visitare il museo dei Cavalieri Ospitalieri e le loro tombe nella meravigliosa Concattedrale di San Giovanni. 

Visita guidata in italiano

Il miglior modo di conoscere l'essenza della città è con una visita di La Valletta con guida in italiano. Qui, potete prenotare online un tour, con incluso un documentario sulla storia di Malta: